Pescare nel lago di Montedoglio in Toscana

Pescare nel lago di Montedoglio in Toscana

Nei dintorni dell’Agriturismo Le Ceregne si possono praticare tutte o quasi le tecniche di pesca in acqua dolce.

Per coloro che amano una vacanza sportiva si possono praticare pesca al colpo e spinning sul fiume Tevere, carpfishing e ledgering sulla Diga di Montedoglio, pesca a mosca in una delle riserve di pesca più conosciute in Italia, Tail Water Tevere (a soli 3 km dall’Agriturismo).

Abbiamo preparato per voi alcune indicazioni in base alle zone di maggiore interesse:

Il fiume Tevere

Il fiume Tevere, nella zona sopra il Lago di Montedoglio, assume un carattere torrentizio, e si presta quindi molto bene alla pesca al colpo e allo spinning.

Le specie ittiche che potremo insidiare con la prima tecnica saranno: cavedani, barbi, vaironi, scardole, lasche, carassi, tinche e carpe.

Pescando a spinning invece avremo ottime possibilità di incontrare oltre ai soliti cavedani, anche qualche trota e persici reali.

Per la prima tecnica ottime postazioni sono le buche che si trovano lungo il corso e per l’incontro con le carpe e le tinche dovrete recarvi nel tratto in cui il fiume entra nella Diga di Montedoglio. Per lo spinning privilegeremo sempre le buche, ma anche le correntine e le rapide, oltre al già citato tratto di ingresso nella diga, dove si può concretizzare l’incontro anche con il luccio.

Per quanto riguarda i permessi, il tratto del Tevere in questione è classificato come Zona C, quindi serve la sola Licenza Governativa, attenzione ai cartelli poiché troviamo anche zone di frega dove la pesca è chiusa per alcuni periodi dell’anno.

La Diga di Montedoglio

La Diga di Montedoglio è un grande bacino artificiale, formato dall’allargamento del Tevere, e al suo interno nuotano molte specie ittiche interessanti per svariate tecniche di pesca.

Si possono effettuare il carpfishing, lo spinning, la pesca al colpo, ma anche il ledgering.
In questo ambiente incontreremo: carpe, tinche, cavedani, carassi, scardole, persici reali, persici trota, luciperca, lucci e pesci gatto. All’interno della diga, è necessario il solo possesso della Licenza Governativa.

Il tratto del Tevere a valle della diga di Montedoglio, è adibito alla sola pesca a mosca. Vi sorge infatti la famosa Tail Water, un tratto di fiume di 13 km, in cui si pesca soltanto con la sola tecnica della pesca a mosca, previo rilascio di permesso del costo di 10 euro, e in possesso della Licenza Governativa. Nel tratto in questione i pesci maggiormente insidiati sono le trote fario e i temoli, oltre agli immancabili cavedani. La riserva di pesca è una delle più conosciute in Italia ed inizia a soli 3 km dall’Agriturismo.

Per maggiori informazioni www.moscaclubaltotevere.it

Comprensorio della Parcolaghi

A 20 km dall’Agriturismo, sorge il comprensorio della Parcolaghi, un insieme di laghi e laghetti per soddisfare tutte le tecniche di pesca.

Dai grandi laghi di Acquapartita, Pontini e Lungo, ai piccoli laghi della Riserva Fario e Alberello, passando per i tratti di torrente Para, Alferello e Savio, potremmo esercitare in un ambiente incontaminato svariate tecniche di pesca quali: spinning, pesca a mosca, carpfishing e trota lago.

Nei bacini si trovano: carpe, amur, cavedani, storioni, tinche, black bass, lucci, trote fario, trote iridee, trote lacustri e striped bass.

Per poter pescare nei laghi, occorre solo il permesso che vi verrà rilasciato dal guardapesca.
Per acquisti di attrezzatura o solo per informazioni e per pagare i permessi, nel paesino di Acquapartita è presente il Pesca Shop, di proprietà della direzione della Parcolaghi.

Per raggiungere il comprensorio, prendere la strada statale E45 in direzione Cesena e uscire a Bagno di Romagna. Successivamente seguire le indicazioni per Acquapartita.

Per maggiori informazioni www.parcolaghi.com

Informazioni utili sulla pesca nel Lago di Montedoglio

Per avere tutte le informazioni che desideri scarica i seguenti PDF

L’esercizio della pesca è consentito a chi sia in possesso di una delle seguenti licenze:

a. licenza di tipo A: di durata annuale, autorizza la pesca professionale nonché quella dilettantistica con gli attrezzi di cui alla lettera b);
b. licenza di tipo B: di durata annuale, autorizza l’esercizio della pesca dilettantistica con canna, anche munita di mulinello, con la tirlindana, la mazzacchera e la bilancia;
c. licenza di tipo C: della durata di quindici giorni, autorizza la pesca con gli attrezzi di cui alla lettera b).

L’importo delle tasse regionali di concessione a cui è soggetto il rilascio delle licenze di pesca è così determinato:

a. euro 50,00 per la licenza di cui al comma 1, lettera a);
b. euro 35,00 per la licenza di cui al comma 1, lettera b);
c. euro 10,00 per la licenza di cui al comma 1, lettera c).

Gli effetti della licenza di pesca decorrono dal versamento della tassa di concessione.

La licenza di pesca rilasciata nelle altre regioni e nelle Province autonome di Trento e Bolzano ha validità sul territorio regionale della Toscana.

Requisiti del richiedente

I minori di dodici anni possono pescare solo se accompagnati da persona maggiorenne responsabile del comportamento dei minori negli atti di pesca.

Modalità di richiesta ed erogazione

Il conseguimento della licenza di pesca dilettantistica avviene tramite il versamento del relativo importo richiesto e va effettuato su conto corrente postale n° 26730507 intestato a “Regione Toscana, tesoreria regionale, tassa per l’esercizio della pesca”.

Sul bollettino devono essere riportati in modo leggibile e indelebile i dati anagrafici del titolare.

Per il legittimo esercizio della pesca il titolare dovrà risultare munito, unitamente al bollettino di versamento, di un documento di identità da esibire ad eventuali richieste degli agenti.