Riciclo creativo & Eco-Design: segnaposti floreali di carta forno

Riciclo creativo & Eco-Design: segnaposti floreali di carta forno

segnaposto-in-mano-riciclo-carta-cristina-sperottoL’estate quest’anno in Italia è arrivata tardi e ciò ha permesso alle amanti dei dolci come me di dilettarsi più a lungo in cucina con il forno acceso, cosa impensabile ora che le temperature fuori sono alte e che quindi si ha voglia di cibi freschi e veloci. Non vado molto d’accordo con il mio forno, non ho ancora capito se è lui il colpevole o se sono io a non saperlo usare a dovere: il risultato fino a poco tempo fa erano torte poco cotte dentro e bruciate sopra. Ho ovviato il problema coprendo la superficie dell’impasto con della carta forno, uniformando così la cottura e sfornando creazioni profumate per i palati esigenti della mia famiglia. Da buona ecologista, solitamente utilizzo lo stesso foglio di carta forno più volte, se pulito ovviamente. In questo modo mi ritrovo, dopo qualche cottura di dolci, con dei pezzi di carta di diverse sfumature di marrone. Invece che buttarle ho trovato per loro un nuovo utilizzo, indubbiamente un esperimento di riciclo creativo, che devo dire mi ha molto divertito. Manipolando questo materiale riciclato tra le mani me ne sono usciti dei fiori di carta molto gradevoli e decorativi.

segnaposto-piatto-riciclo-carta-cristina-sperottoLa cosa più simpatica è che questi fiori sono davvero versatili e possono essere utilizzati a diversi scopi: oggi ve li presento in veste di segnaposti per la vostra tavola, ma possono altrettanto essere declinati in portatovaglioli, così come posti insieme in una ciotola o in un vaso, messi tra i capelli, usati come chiudipacco, regalati come piccolo gesto d’amore. L’idea dei segnaposti mi è venuta dopo essere stata a cena in un agriturismo della mia zona che vende prodotti agricoli a km 0 e utilizza gli stessi prodotti da loro coltivati per il loro ristorante biologico. Oltre alla cucina a impatto zero, avevano avuto un occhio attento anche alla decorazione dei tavoli, ponendo sui piatti del ristorante dei mazzolini di foglie di vite e fiorellini seccati legati da un nastrino di iuta. Insomma, l’idea di decorare i piatti  mi è piaciuta molto e da lì, con qualche sperimentazione, è uscita l’idea che vi propongo oggi. Quindi come sempre, buon divertimento, e soprattutto buone vacanze!

segnaposto-collage-riciclo-carta-cristina-sperotto

OCCORRENTE:

  • carta forno usata (marroncina e bianca)
  • gavetta
  • cordoncino bianco da cucina (quello per legare gli arrosti)
  • nastro in iuta
  • perline in legno
  • colla a presa forte
  • scotch
  • forbici

occorrente-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

PROCEDIMENTO:

  • step 1: prendere una striscia di carta forno riciclata, possibilmente ancora bianca, lunga circa 25 cm e alta circa 20 cm. Piegarla a metà.
  • Step 2: tagliare tante frange.
  • Step 3: arrotolare su se stessa la striscia sfrangiata e chiuderla con dello scotch alla base delle frange.
  • Step 4: ritagliare 5 petali a forma di “cuore” dalla carta forno riciclata marroncina.
  • Step 5: fissare con lo scotch i 5 petali attorno alle frange.
  • Step 6: sfrangiare la base bianca rimasta libera.
  • Step 7: Ripiegare le nuove frange verso l’alto.
  • Step 8: fissare di nuovo con lo scotch.
  • Step 9: prendere un pezzetto di nastro in iuta e posizionarci la base del fiore al centro mettendo della colla qua e là.
  • Step 10: ripiegare il nastro.
  • Step 11: decorare con un pezzo di gavetta.
  • Step 12: completare con un pezzo di cordino bianco e perline.

steps-1-2-3-4-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

steps-5-6-7-8-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

steps-9-10-11-12-segnaposti-riciclo-carta-cristina-sperotto

 

Cristina-Sperotto-a768Chi è Cristina Sperotto

Sono una creativa dei materiali di scarto, ho reso la mia passione d’infanzia la mia professione, ovvero manipolare e trasformare materiali e colori. Attraverso il mio lavoro di eco-creativa cerco di dare il mio piccolo contributo alla crescita delle coscienze individuali. Così, attraverso i processi della trasformazione e della creazione, condotti nel divertimento mio e degli altri, impariamo insieme l’elasticità nel trovare nuove soluzioni per il benessere proprio e di tutte le parti, sensibilizzando contemporaneamente il nostro spirito ecologico e il nostro senso etico.

 

BlogOrk’Idea Atelier

FacebookOrk’Idea Atelier

 

  • Anna Perini

    Brava come sempre!
    Anna